Competitività: c’è da scalare la classifica

Competitività: c’è da scalare la classifica

The Global Competitiveness Report&nbsp; è un indice di competitività che viene realizzato dal World Economic Forum. Le 140 economie analizzate vengono filtrate attraverso la misurazione di 98 indicatori che definiscono, appunto, il livello di performance di un Paese. I punteggi riguardano, per esempio, sistema finanziario, il&nbsp;capitale umano, la&nbsp;resilienza,&nbsp;l’apertura&nbsp;e&nbsp;l’innovazione.<br>
Manco a dirlo, gli Stati Uniti sono in testa&nbsp;alla classifica (anche se sul fattore “salute”, ad esempio, sono messi malino), seguiti da Singapore, Germania, Svizzera e Giappone. <br>
In fondo alla classifica, Haiti, Yemen e Ciad sono risultate le economie meno competitive.&nbsp;<br>
E l’Italia chiederete giustamente voi? Beh, diciamo che per ora siamo più o meno in Europa League, attestandoci al 31esimo posto.<br>
Appena prima di noi Qatar (30° posto) e la Repubblica Ceca (29esima). Anche la Spagna è prima di noi posizionandosi al numero 26 della classifica. Quali i parametri migliori e peggiori per noi? Secondo il World Economic Forum andiamo abbastanza male alla voce “istituzioni” (56 punti su 100) e&nbsp;“tecnologia” (60 punti su 100). Siamo invece quasi imbattibili nel campo della salute dove eccelliamo con ben 99 punti su 100.</p>
<!– /wp:paragraph –>

No Comments

Post A Comment